venerdì 16 novembre 2018

NRHA STORY: NEGLI ANNI '70 NASCE IL TITOLO MONDIALE NRHA

DUE ANEDDOTI CURIOSI SUI PRIMI ANNI DELLA WORLD CHAMPIONSHIP (1974-1978)
Racconto originale by P.Feuerstern da QH News Usa
Con l'approssimarsi dei conteggi utili ai fini della determinazione dei prossimi   World Champion 2018 ripubblico volentieri questo articolo . Nel Reining attuale ormai "mondiale", è normale che  i migliori cavalieri del Top ranking Nrha siano di diverse nazionalità così come è noto che  il titolo di World Champion è assegnato al binomio che deve  fare almeno 7 gare durante l'anno per entrare in questa speciale classifica, assai spesso vinta da cavalieri Europei negli ultimi anni. Certo , NON è un ranking per somme vinte durante la stagione, ma è comunque un titolo relativo a quello specifico Binomio, ed è un privilegio far parte di questa elite. Ma leggiamo come è nato questo titolo e un paio di aneddoti interessanti degli anni 70 dalle parole di Feuerstern:

<<Certo...il  Reining negli ultimi decenni è diventato davvero uno sport globale. Ma all’inizio degli anni 70, c’erano poco più di 15 Shows targati Nrha e certo l’Associazione non aveva i grandi numeri (e i montepremi) di oggi. Motivo per il quale di solito la classifica dei Top Ten coincideva di fatto con il titolo di World Champions.

Succede però che durante il Board Nrha di fine 1973, il Consiglio di allora varò un primo regolamento del titolo di World Champion,
basandosi sulla somma dei dollari vinti in gare ufficiali dove sia il proprietario che il cavaliere dovevano  essere tassativamente membri Nrha in corso di validità (la tessera costava ben 10 dollari!). Il segretario Nrha di quegli anni Kay Potts sarebbe stato il “contabile/pallottoliere ” per calcolare le vincite e arrivare a nominare i vincitori.

“Ma allora eravamo così pochi” ricorda Potts “che non era certo un problema registrare tutte le singole vincite direttamente su carta e tenerne memoria”. Di quel Consiglio facevano parte due grandi come Bill Horn e Dale Wilkinson

 Tra gli Open, fu Bob Mac di New York ad aggiudicarsi il primo titolo di World Champion nel 1974 a bordo di Sir Cactus Wimpy (da Sugar Wimpy). Tre titoli furono poi vinti da Bob Anthony (foto a lato su High Proof)  nei tre anni successivi. E arriviamo al primo aneddoto targato 1978,
dove si capì da subito che in quella stagione ci sarebbe stato un testa a testa tra Bill Horn (una leggenda, primo ML dollar Rider) e Dale Wilkinson (che si ricorda quale l’inventore del Reining moderno).
Alla fine vinse Bill Horn a bordo di Walkaway Rene, ma fu per un curioso “incidente amministrativo”. Infatti, uno Show molto  importante per guadagnare in montepremi fu il primissimo Trophy di Long Island di luglio, dove ovviamente i due si presentarono agguerriti. Dale Wilkinson era in sella a Foxy Lady Jay e vinse proprio lui il Big Show. Ma fu grande la delusione quando, ricevendo la newsletter della Nrha, non trovò traccia delle sue vincite dell’anno nel calcolo per il World Title. Di fatto il segretario Potts dovette applicare il regolamento quando venne fuori che il proprietario della cavalla al tempo non aveva rinnovato la tessera Nrha. Inutilmente i due si precipitarono a pagare i “10 dollari”. Il conteggio sarebbe comunque partito dalla data di validità del tesseramento.

Questo fatto provocò grandi discussioni all’epoca e il titolo alla fine fu assegnato a Bill Horn. Dopo tanti anni, in molti ricordano che quello fu un grande esempio per tutti dell’integrità della Nrha . I soci , anche gli ultimi arrivati, si sentirono tutelati dall’Associazione quando il regolamento fu applicato alla lettera e senza sconti, a uno dei grandissimi di allora  e in un certo senso in casa Nrha vanno orgogliosi di questa trasparenza.
Il secondo aneddoto riguarda un cavallo leggendario, che vinse il titolo di World Champion tra i Non Pro (anzi, gli Amateur di allora) . Stiamo parlando di Hollywood Jac 86 e del suo proprietario Richie Greenberg, uno con la tessera Nrha n. 59 in tasca, prossimo agli 80 anni. Greenberg comprò diversi cavalli da Reining già la prima volta che ne cavalcò uno. Tra questi, la leggenda Hollywood Jac 86 (da Easter King, nelle due foto: in gara e poi già riproduttore, molti anni dopo) che comprò nel 1973 a uno show all around. Il binomio vinse il primo titolo mondiale nel 1974 e rivinsero nel 1975. Greenberg per la verità vinse i primi 6 titoli Nrha Non Pro a bordo di diversi cavalli ! Ricorda Greenberg “Montavo per lo più per conto mio, ma poi prendevo anche lezioni da un po’ di persone”. Tra questi Bill Horn, Tim McQuay , Ed Cridge e altre stelle di questo calibro. Hollywood Jac 86 (Sire  di Hollywood Dun It, per i pochi che non lo sapessero) è stato il primissimo cavallo a guadagnare come riproduttore 1 ML di dollari, nel 1993. Ancora adesso Greenberg (80 anni) ha un cavallo in Arizona, vicino a casa  e lo monta praticamente ogni giorno, se il meteo glielo consente.  E di tanto in tanto, va ancora a vedere qualche Big Show. “Certo, oggi è uno sport completamente diverso. Tutti cavalieri sono davvero rifiniti, atletici come i loro cavalli. E’ davvero incredibile quello che un cavallo da Reining riesce a fare oggi”. E se lo dice lui….


1 commento:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.