21 gen 2022

CAMPO GARA IN CAMPER/ROULOTTE? CHE PASSIONE ! ECCO PERCHE'

IN CAMPO GARA H-24 A DUE PASSI DAI CAVALLI! CI STATE PENSANDO PER LA PROSSIMA STAGIONE ? ECCO QUI QUALCHE UTILE RIFLESSIONE 
La nuova stagione agonistica è alle porte. Lunghe trasferte, alberghi a volte polverosi, il Covid a fare ancora da sgradita cornice in termini di sicurezza. Se state pensando a una soluzione diversa che vi permetta di  vivere il campo gara H24 , ri-leggete questo articolo . Roulotte, Camper, Big Truck? Comodità, sicurezza e un pizzico di divertimento. Cucina ampia, stufa, aria condizionata e frigo e bagno grande. I nuovi mezzi vi sorprenderanno per comodità e bellezza. E il prezzo? Non per forza così alto...

Vivere il campo gara in camper o in roulotte? Una esperienza davvero unica!
Ebbene si . Questa sarà anche per noi la sesta stagione di gare felicemente vissuta con la nostra Roulotte, acquistata di seconda mano nel 2017 -  fu un lampo di genio! -  da me e Manuela  non appena è nata la nostra primogenita. Mi capita di parlare con molti amici  di questo tema apparentemente "laterale" rispetto alle  competizioni equestri - ma che ha una sua importanza visto  che come sappiamo, si va in media  dai 3/4 giorni di una regionale fino ai 6/9 di una nazionale. L'anno scorso la rivista specializzata Newscamp si interessò a questo nostro modo di vivere le gare  (vedi in fondo) e devo dire che con il Covid, sempre più gente  ha scelto questa opzione. Riparliamone allora. 

Lo premetto: andare in gara  per me e Manuela, è ormai sempre più legato al piacere di farlo da  "campeggiatori",  Ci mette di buon umore, diverte tantissimi i nostri bambini, ci permette di vivere questa passione H-24 rimanendo sempre a due passi dai cavalli. Sempre più amicim sono  parcheggiati attorno - anche in una regionale - , non è un caso.  

Certo, alcuni di Voi non rinuncerebbero mai alla amatissima stanza di albergo; altri pensano che sia una opzione troppo costosa.  Se  siete curiosi è sempre possibile fare una "prova" a noleggio anche se  in Italia è davvero molto costoso (per una settimana si arriva facilmente a 1000 euro). 

Eppure chi ha fatto questa scelta lo sa bene. E a volte nei corridoi mi avvicina e mi dice "una volta che passi al camper/roulotte in gara, non torni più indietro!". E' davvero così^ Vediamo cosa,  come e perchè ..

CHE COSA COMPRARE ? TRUCK, CAMPER O CARAVAN ?

Cosa scegliere? La scelta qui è del tutto soggettiva, dipende solamente da voi e dai vostri gusti, esigenze e capacità di spesa. Qui sotto per orientarvi proverò

a parlare dei punti di forza di 3 Opzioni.  Un consiglio sempre valido? Comprate qualcosa che vi piace (non che vi "fate piacere") prendendo prima qualche consiglio da un amico ben informato che magari vi ha preceduto nella scelta, in modo da capire cosa davvero dovrete guardare e controllare. Il mercato dell'usato è infatti vivacissimo (sia privati che concessionari), soprattutto in inverno. E tenete conto che  proprio per questo non vi sarà nemmeno difficile dare dentro un vecchio mezzo un pò datato, su cui avete magari fatto una prima esperienza, per acquistare solo in seconda battuta quello che davvero è perfetto per voi (lo capirete come sempre, solo dopo un pò di tempo). 

TRUCK, PROFESSIONALS ON THE MOVE 
La chimera assoluta del cavaliere errante  è il big truck con living. Mezzi super-fancy e ovviamente anche costosissimi. Sono diversi i Professionisti che viaggiano in lungo e in largo in Italia e in Europa con Camion che all'interno offrono spazi Living. La cellula abitabile in questi veicoli non è mai grandissima ma perfetta per 2/4 persone (a volte è anche espandibile, come nella foto)  ma soprattutto il mezzo nel suo complesso ha enormi capacità di carico e stivaggio, senza avere rimorchi da trainare. Cavalli, fieno, attrezzature, Tutto troverà posto.  Ovviamente "on site" non potrete avere anche la macchina, ma di norma gli Open che viaggiano così, hanno sempre qualche allievo o assistente con auto al seguito, per gli spostamenti.  Patente C a parte, i costi di questi mezzi sono ovviamente assai rilevanti: d'altronde  normalmente chi compra questi camion - nuovi o usati - ne ha davvero bisogno e quindi lo fa a ragion veduta, sapendo di ammortizzarli. Ne ho visti in giro con mini-roulotte agganciata dietro con livrea in tinta, alloggio dei groom.

"Sua maestà" il Camper, nei suoi tanti stili (dal Motorhome al furgonato arrivando al classico Mansardato evergreen) ha moltissimi seguaci in Italia anche sul fronte vacanze. Molte versioni sono nei 35q per poter essere guidati con semplice patente B.  In campo equestre, ha in particolare due grandi vantaggi: potete attaccarci dietro il Trailer (se avete la Pat. BE)  e fare il viaggio in un colpo solo! Inoltre, essendo un veicolo a tutti gli effetti,  potete parcheggiarlo sotto casa  e partire direttamente  da lì , con la spesa già fatta e il frigo pieno e già fresco.  Rispetto al Living di un Camion, la cellula ha dimensioni più ampie e versioni diverse adatte per la coppia e per la famiglia. Solitamente hanno un matrimoniale fisso a poppa (o due letti singoli o a castello) e un altro matrimoniale a prua, quest'ultimo sopra le poltrone guida o in mansarda alta. Ha grande capacità di carico d'acqua, di norma almeno 150/200l.  I sedili di guida, si possono girare e compongono così la dinette per il pranzo. Una volta piazzata, con veranda e tavolino esterno, avrete ovviamente bisogno di un amico motorizzato per andare anche solo a cena fuori    Essendo un veicolo a motore , dovrete inoltre considerare bene il costo di acquisto  (ma avrete una vastissima scelta di ottimi usati di diverse fasce di prezzi),  assicurazione e bollo,  oltre a mettere in conto  eventuali riparazioni/manutenzioni meccaniche (anche delle 4/6 gomme).


La Caravan (da molti  chiamata Roulotte) è da sempre meno usata in Italia rispetto al camper. I vantaggi di questa scelta sono essenzialmente  tre: è la più  economica all'acquisto (se ne trovano usate  di molto carine già al costo di un trailer nuovo). Bollo e assicurazione costano pochissimo  e 
non ha "motori" da revisionare e ha solo 2 gomme. Infine, quando arrivate in campo gara, la parcheggiate e siete liberi di muovervi con l'auto, per cena o in caso di emergenza. La caravan ha di solito spazi ancora più ampi del camper  (perchè non ha la cabina guida) anche in larghezza (da 230 a 250cm) e ha sempre un matrimoniale basso e quindi agevole anche per bimbi piccoli. I modelli familiari offrono sempre letti a castello in coda. Negli anni, anche la dotazione di bordo (compresi clima, bagno/doccia etc...) è diventata del tutto simile negli interni a quella dei moderni Camper. Ha  minore capienza di acqua (per ragione di pesi, ma è cosa facilmente rimediabile) e se volete la doccia-cabina separata, esistono meno modelli. Ovviamente ,  le manovre sono  meno agevoli  di un camper: se non siete molto bravi (tipo me) potete acquistare il "Moover", un motorino elettrico con joystick che di fatto parcheggia il mezzo al posto vostro.  Inoltre quando andate in gara, dovrete  fate due viaggi per portare anche il cavallo (e infatti vi è utile trovare un rimessaggio stagionale vicino al campo gara abituale), oppure dovrete pagare qualcuno per il trasporto! Infine, vi ricordo che dentro il  caravan non si può stare durante il viaggio, né potete parcheggiarla dove vi pare (è un rimorchio, non un veicolo) . Proprio perchè è un rimorchio occhio anche ai libretti: come per un trailer, fate  i consueti check preventivi sui pesi di Motrice e rimorchio per valutare se vi basta la Pat. B (per diverse  versioni è così) oppure vi serve qualcosa di più (B96 o BE). LEGGI QUI

PERCHE': CINQUE-5  OTTIMI MOTIVI PER SCEGLIERE DI VIVERE IL CAMPO GARA CON IL CAMPER/CARAVAN 

1. ANNO DOPO ANNO Fate abitualmente questo sport, non è il capriccio di una stagione di gare? E' il motivo per cui  nel tempo vi godrete il mezzo e ammortizzerete la spesa di acquisto, senza alcun dubbio (7 gg di noleggio di un camper costano circa 1.000 euro). Se poi acquistate un mezzo usato, sappiate che - dopo la prima svalutazione dal nuovo, questi mezzi mantengono bene la valutazione e quindi si prestano a cambi/upgrade e via dicendo.

2. FAMIGLIA+FIGLI+CANE AL SEGUITO? AVRETE FATTO BINGO!  Avete famiglia e/o figli piccoli? (nella foto i nostri un paio di anni fa durante un pisolino in Roulotte) Darete a vostra moglie/marito (o fidanzati!)  un motivo in più per venire con voi senza annoiarsi e lamentarsi, anche se non montano a cavallo.

Come dicono gli inglesi "Happy Wife, Happy Life!!! ( ma vale anche per i mariti!) . Avrete infatti un posto dove stare e riposare nelle pause. Qualcuno mi dirà che è una cosa che si può fare anche tornando in albergo. In albergo, durante le gare?  Dite la verità, non lo fate mai, è solo una "chimera" (e lo sapete bene!), mentre in camper/roulotte tutti avranno sempre a pochi metri una TV, un frigo e un letto comodo dove riposarsi un pò, senza parlare per forza di cavalli con voi e i vostri amici . E se avete figli piccoli (come noi) avrete fatto davvero Bingo! I bambini letteralmente adorano le "casine sulle ruote " ! Tutto per loro diventa una avventura: la pappa in roulotte/camper, il sonnellino del pomeriggio, giocare sotto la veranda o nei lettini,  addormentarsi tranquilli mentre voi o vostra moglie/marito montate magari di sera tardi o di mattina presto(ma rimanendo sempre a pochi metri!). 
Vale per la famiglia ma, suggerisco io,  lo stesso discorso  lo potreste fare se avete animali che  fanno parte della vostra vita e che hanno bisogno di un posto confortevole  all'ombra o al caldo quando siete via per giorni. Anche in questo caso, l'albergo funziona poco!  Insomma per quanto riguarda la famiglia "in senso ampio". ve lo dico per esperienza , la cosa è impagabile e per noi ormai insostituibile. Ricordo ad esempio la prima gara fatta nel 2018  in marzo  quando  il nostro secondogenito non aveva nemmeno 3 mesi. Riscaldamento, pappe varie e latte caldo in notturna ! Diversamente, non sarebbe stato possibile neanche pensare di partecipare.

3. CAMPO GARA,  H-24  Sia in una regionale che a maggior ragione in ambiente Fiera, vi godrete la gara vedendola anche come una piccola vacanza. Una birretta sotto la veranda con qualche amico (magari mentre i bambini all'interno giocano o se la dormono), uscire dalla porta ed essere già tra i padiglioni festanti della Fiera in mezzo a musica e stand fino a sera tardi (senza temere alcool test al rientro), accudire e montare il cavallo  in orari spesso "disagevoli" (tarda sera/all'alba) sapendo di poter rientrare nella vostra "casina" senza toccare l'auto, magari raggiungendo al volo sotto al piumone moglie/marito mentre lei / lui dorme o si guarda tranquilla/o un film. Infine, l'ombra sotto al tendalino, dove certamente vi sarete attrezzati con tavolino e sedie e qualcosa da offrire agli amici di passaggio.
 
Il tendalino è davvero il miglior posto dove aprire una bibita fresca,  dove chiudere la serata con un pò di amici, magari con una spaghettata improvvisata o un bicchierino di grappa. Rimembrando le varie imprese equestri già fatte e programmando quelle che verranno! 


4. E OGNI TANTO, UNA PICCOLA VACANZA EXTRA. PERCHE' NO? 

Una volta  acquistato il mezzo, cavalli a parte,  sarà  comunque sempre disponibile anche per una breve vacanza! Nel tempo, avendo figli piccoli, anche noi abbiamo provato a fare qualche campeggio con la Caravan e devo dire che ci siamo divertiti moltissimo. I camping di oggi assomigliano a villaggi molto ben strutturati, i bambini l'adorano ed è una vacanza in cui ti senti davvero libero e  H-24 in ferie, senza doverti vestire/svestire ogni momento per adempiere alla noiosa metronomia dell'albergo, oppure anche solo arrivare in un posto davvero mozzafiato per un week end. E' infine un bel modo di fare squadra in famiglia dividendo piccoli compiti  e nel tempo, sono certo che acquisterete diversi accessori per rendere il vostro nido confortevole e a misura per voi.

5. HOME SWEET HOME, POESIA, PRIVACY E SICUREZZA 

Non voglio dilungarmi sugli aspetti più poetici; ma vi assicuro che è grande il  piacere di vedere l'alba ad illuminare arene e scuderie tra i brontolii dei cavalli tranquilli nei box, essere il primo a violare la sabbia immacolata del mattino o l'ultimo a spegnere le luci, fumarsi un mezzo sigaro sotto la veranda prima di dormire nella quiete che precede la notte , sentire forte il profumo dell'erba appena tagliata che è lì a un metro da voi.

Nel tempo attrezzerete il vostro "guscio" di ogni  gadget necessario a personalizzarlo e soprattutto  queste cose, le avrete sempre disponibili sul posto. Perchè dopo un pò,  diventerà come una seconda casa dove tutto  il necessario, compreso shampoo e spazzolino, è già lì ad aspettarvi per la prossima uscita. Compreso qualche cambio di vestiti, lenzuola e asciugamani e magari bici o monopattino elettrico sul timone. Insomma niente stanze polverose anonime dove spesso non c'è nemmeno l'acqua nei minibar e dove l'orario di check in e check out è sempre scomodo agli orari delle gare. E poi avrete tutta la privacy di qualcosa che sentite vostro, pulito e sicuro. Potrete stare con gli altri, ma anche ritagliarvi ogni volta che volete qualche minuto solo per voi, semplicemente chiudendo la porta. 

In conclusione, un saluto in scivolata a tutti voi, Reiners camperisti e non. Sia che voi siate un irremovibile  <5 Stars Hotel addicted >, sia che invece vi abbia messo magari  una pulce nell'orecchio, avrete comunque davanti una lunga stagione invernale per farci una pensata o magari organizzare una prova di uscita in gara. Per vedere se tutto questo fa davvero per voi! E sui social, dove trovate questo pezzo, commentate e raccontate la vs esperienza !!!

Di tutto questo ne abbiamo parlato l'anno scorso con il formidabile esperto di Caravan e Plein Air Luca Stella di Newscamp. Si è incuriosito all'utilizzo di questi mezzi per fini "sportivi" e ne è nato un divertente siparietto che potete riveder qui: