giovedì 20 settembre 2018

FROZEN SAILOR, IL CAPITANO NAVIGA VERSO IL MILLION DOLLAR

FROZEN SAILOR, 1995 QH STALLION
 BY SIR JAC FROST X SAIL ON SWEETNESS (by Topsail Cody)

IL CAPITANO CHE VENNE DAI "GHIACCI" VELEGGIA SPEDITO VERSO IL "MILLION DOLLAR SIRE"
Che il suo nome significa "Marinaio ghiacciato" lo sanno tutti, lddove il termine  "Sailor" (marinaio) si rifà ai nobili lombi del mitico  Topsail Cody, da parte di mamma.. Ma nemmeno in casa Angelucci saprebbero dirci perchè mai quel piccolo puledro nato da Sir Jac Frost e acquistato dalla famiglia Moriani fu subito soprannominato 
"Il Capitano". Detto questo , siccome dal Patron Severino in giù sono tutti romanisti da generazioni , quel soprannome -manco a dirlo-... piace proprio da morire !

Frozen Sailor, classe 1995, è una delle colonne e vanto dell'allevamento italiano Quarter Horses. Ai suoi tempi è  stato un grande campione in arena ed è tuttora considerato un grandissimo riproduttore perchè praticamente tutti i suoi figli (una media di 10/15 puledri a stagione) fanno Reining agonistico

Il Capitano è oggi a pochi passi dalla storia. Un cavallo interamente Made in Italy, che ha oggi guadagnato circa 860.000$  come Top Sire e si avvicina quindi ad essere Milion Dollar Sire da questa parte dell'oceano (e scusate se è poco) dove i montepremi sono ben più piccoli e assai meno numerosi che negli States.

Il Frozen è il primo Quarter Horse
  acquistato dalla famiglia Angelucci negli anni 90, nel loro centro che è  oggi uno dei più apprezzati allevamenti Quarter in Italia e in Europa. Allora non c'era certo l'esperienza che il clan ha poi maturato negli anni e  lo stesso  Marco Angelucci (che segue il Breeding) sottolinea come i primi anni del Capitano come riproduttore sono stati per questo motivo piuttosto incerti e gestiti come meglio si poteva, altrimenti i risultati ufficiali sarebbero notevolmente più avanti. 

IL CAPITANO IN ARENA
Lo Show Record di Frozen Sailor è di quelli da Top Horse. Terzo al Futurity Open del 1998 sotto la sella di Adriano Meacci (ed era anche in colica!), poi Derby Champion nel 1999 con Dario Carmignani sia nelle classi Open che LTD Open (allora erano due finali diverse) e con il top score di 149.5. Dopo di che, ecco il titolo di Open Maturity Champion  sempre con Dario e con lo score di 154.5 (secondo nella LTD). Volendo avere un paragone con i classici 3 Giudici, basta andare al primissimo CRI organizzato in Europa nel maggio del 2001 a Reggio Emilia (voluto fortissimamnente dall'allora Presidente Irha Risso, a spianare l'ingresso nei WEG del Reining) dove Il Capitano e Dario marcano un impressionante 225.5 aggiudicandosi la gara del World Nations Cup.  Ai primi WEG disputati dal mondo Reining Frozen Sailor si fa trovare pronto: è tra i quattro binomi azzurri  che conquistano lo storico Bronzo (Carmignani, Meacci, Manzi e Cordioli) ed è inoltre 6° Individuale. 

IL CAPITANO OGGI 
Il capitano ha un paddock tutto suo con Box annesso, situato proprio  al centro della proprietà. Guarda verso la Club House, è passaggio obbligatorio di chiunque passi a visitare il Centro. Proprio lì il Capitano  gode il paesaggio e il clima mite della campagna romana, occhieggia alle fattrici e , quando arriva la primavera fa ancora lo stallone, anche se in questi ultimi anni unicamente per un gruppo di fattrici super selezionate di proprietà degli Angelucci, anche se richieste di seme continuano ad arrivare da tutto il mondo.

TRA I SUOI FIGLI PIU' FAMOSI....
Tra i suoi figli più conosciuti il primo è certamente SG Frozen Enterprise, cavallo che con Mirko Midili vinse tutti e quattro i livelli del Futurity Open IRHA del 2012 e che negli Usa ha vinto Nrbc e AQHA World Titles sotto la guida di Andrea Fappani (con la parentesi brasilera degli ultimi Weg) 
Che dire poi di AB Captain Badger (Arturo) che con Stefano Angelucci ha vinto Futurity e Derby Non Pro, innumerevoli altri show ed è stato membro della  spedizione WEG nel 2014 (fu già riserva nel 2010, in cui l'Italia vinse il bronzo)- poi protagonista alla 23 Classic Open e Int Open con lo score vincente di 226.5 ed oggi a sua volte riproduttore di casa Angeluci
Holly Jolly Sailor, il "pendolino" che con Dalla Pozza arrivò Reserve al Futurity Irha e poi anche durante un formidabile Derby UE Open (227.5) vinto quell'anno da Ann Fonck.
Infine ricordiamo la femmina Heidi Sailor che con Carmignani  fu Reserve al Futurity e Derby Open IRHA e che in quegli anni vinse inoltre i titoli di Derby e Maturity Champion con Stefano Angelucci nella Non Pro.

QUI VEDI NRHA MILLION DOLLARS

Nessun commento: