lunedì 2 aprile 2018

DOARDO: FIDUCIOSO VERSO IL FUTURITY EUROPEO 2018....

FUTURITY EUROPEO, CREMONA ATTO SECONDO
Quella della Fiera di Cremona è una location che è ormai consolidata nel cuore dei Reiners e collaudata dai tre grandi eventi che sono organizzati in questa sede.


Tuttavia per il Futurity UE è solo la "seconda volta" dopo l’edizione 2017 qui in Italia, il tutto in un contesto diverso dal grande Derby di Maggio o dal Big Futurity Irha di fine anno, se non altro per i numeri dei partecipanti alla manifestazione. Anche quest’anno Giancarlo Doardo, organizzatore dell’Evento con la sua Team, ci dà qualche anticipazione utile per chi sta accingendosi a partire.

Giancarlo, una delle preoccupazioni dell’anno scorso, anche degli espositori, era legato al numero dei partecipanti effettivi in un contesto dove manca ovviamente il grande pubblico generalista della fiera di maggio
Infatti, uno dei problemi di questo grande evento era proprio quello di creare maggiore appeal complessivo o “massa critica”, se preferisci in un momento della stagione che è ancora in rodaggio. Per questo motivo, come molti sanno già, quest’anno in accordo con Irha saremo lieti di  ospitare anche la 2^ Tappa di Lombardia Reining. Inoltre, ci sarà un evento di livello europeo nel Cutting. Questo significa passare dai 260 cavalli del 2017 a un numero quasi raddoppiato, il che io credo sarà un bene sia per le gare in termini di partecipazione e di pubblico -  sia per gli espositori, a cui vogliamo dare maggiore visibilità e le giuste possibilità di fare business durante i giorni delle gare.
Numero di cavalli doppio, significherà maggiore disagio per i partecipanti? Come gestirai i campi e gli spazi ?
Tutto sotto controllo ! Devi pensare che la Location supporta il peso di tutte le discipline della monta western  durante il Salone di maggio, con numeri assai più grandi.  In ogni caso, ci siamo impegnati a dare qualche servizio in più che volentieri ti anticipo.
Innanzitutto
il Cutting avrà una sua arena dedicata e quindi non influirà minimamente con l’evento Reining. Per quanto riguarda i cavalieri della Regionale, molte gare si svolgeranno di domenica (quindi dopo la finale Open).
E veniamo alle arene. Oltre all'ovale di gara ci sarà la consueta arena di prova 70x35  interna nel padiglione 4, a cui sarà affiancato per la prima volta un altro 50mx25m dedicato al movimento alla corda dei cavalli (almeno due alla volta).
Questo significa che i BOX, che trovavano posto anch’essi nel Pad 4, saranno trasferiti nel padiglione 2, che è proprio di fronte. Nel padiglione 2 ci sarà inoltre un ulteriore tondino dove muovere i cavalli.  Oltre a questi accorgimenti, rimane attiva ovviamente anche la Tensostruttura 60x30m da cui poi normalmente i cavalieri si recano al campetto ultimo di Precheck, poco prima di entrare in gara.
 Spostare i cavalli di fronte, avrà qualche impatto sulla loro sistemazione in termine di maggiore rumore o confusione?
Per nulla. Ad aprile , bada bene, non sono previsti eventi di musica o balli country, per cui una volta chiusi gli stand, ci sarà calma assoluta nel padiglione. Anzi, in verità non ci saranno nemmeno i movimenti notturni di chi l'anno scorso montava in campo prova di fianco ai box.
Che Futurity Europeo ti aspetti in aprile, ci dai una anteprima sui numeri e le tue impressioni su questa "annata speciale"?
Io , che devo dirti, sono sinceramente ottimista. Alla fine penso che avremo un incremento di circa il 15% sulle classi partecipanti al Futurity UE e in più ci sono Cutting e Regionali LR. Ma sono in realtà molto soddisfatto anche della risposta degli allevatori che di fatto hanno confermato in toto l’assetto relativo agli Stand stalloni/allevamenti che trovano posto nel  padiglione di gara,  attuyalmente già fully booked proprio come era successo per il Futurity di novembre. Che vuol dire davvero un bell’incremento rispetto alla prima edizione del Futurity UE disputato qui lo scorso anno per la prima volta . Infine, mi fa piacere la fiducia che molti espositori hanno voluto riporre in questa edizione 2018, contando che a un raddoppio dei cavalli presenti, corrisponderà anche un bell’aumento di appassionati presenti tra gli stand. E certo, ho cercato di “coccolarli” e di mantenere con loro un dialogo costruttivo e orientato a un rapporto e una presenza di lungo periodo.

Insomma, un anno che si annuncia di moderata ripresa dopo gli anni difficili che ci siamo lasciati alle spalle
In generale, quest’anno vedo  di nuovo un certo fermento nell’ambiente che spero riverberi su tutti gli Special e ovviamente sul Big Futurity del 2018. L’Evento di fine anno ha certamente smosso animi e passione e anche se tireremo le somme solo dopo Natale, credo che le decisioni prese alla fine vadano a soddisfare gli interessi di tutto l’ambiente, del mercato, a partire da chi in questo settore ci lavora. 
Però sull’organizzazione del Big Futurity Irha di dicembre  non ti dico nulla perché ci saranno diverse sorprese e avremo modo di parlare delle diverse novità, dopo il derby di maggio !

NRHA EUROPEAN EUTURITY 2018
QUI EVENTO 2018

Nessun commento: