mercoledì 6 giugno 2018

2018, GENNARO LENDI LANCIA "HORSENSE"

HORSENSE, LA RIVISTA ON LINE PER PARLARE DI REINING. 
Tutto è partito da una idea di Gennaro Lendi, che ci racconta: “ Ho in mente una rivista, che sappia  mescolare luoghi, fatti ed eventi per fare cultura ed informare su scala globale rispetto al  Mondo Reining da diversi punti di vista e  senza però avere l’ossessione di fare la cronaca dell’ultima gara”.

Gennaro Lendi, World Champion in carica ed in predicato di essere il Capitano in pectore del Team Italy ai prossimi WEG Fei 2018 di Tryon, smette per un momento gli speroni del Trainer e indossa la giacca dell’editore. Che Gennaro conosca il mondo Reining e tutti i suoi protagonisti da ogni angolazione è fuori di dubbio. Ma qui si pone un altro obiettivo: fare informazione. E farla bene.  
“Sento davvero Horsense come una mia creatura. Dalla idea originaria fino alla forma definitiva che sta prendendo in questi giorni. E’ la concretizzazione in formato web di una esigenza che sento da un po’ di tempo: fare una informazione di qualità, creare una maggiore cultura attorno al mondo Reining, mescolare alcuni ingredienti per fare incontrare il sapere europeo con quello americano e cercare di trarne i migliori insegnamenti per il futuro. Di Horsense mi sento l’editore e anche se vuoi l’autore, anche se ovviamente mi avvalgo di una redazione capace a trasformare questa mia idea nel format che sarà disponibile a brevissimo in rete.

Una idea ambiziosa che testimonia un tuo cambio di passo anche in questo aspetto che è quello di dare una corretta informazione agli appassionati del settore. Fammi capire se sarà più un portale o una rivista.
Horsense è una vera e propria rivista che uscirà con una cadenza mensile. Al momento uscirà solo in formato elettronico e sarà fruibile e scaricabile attraverso una applicazione che in questi giorni verrà resa disponibile sulla piattaforma I-Tunes per I-Phones e Google play per il sistema Android.

Stiamo parlando di una rivista simile a quella prodotta dalle edizioni Sheridan per il The Reiner americano ?
Solo in parte. In quel caso,
il giornale è consultabile ma solo attraverso una applicazione basica che di fatto ha bisogno in ogni momento di collegamento alla rete. Io ho pensato a un contenuto che attraverso l’applicazione mi consente di acquistare la rivista, scaricarla e leggerla caso mai in remoto anche senza bisogno di rimanere continuamente collegati. Con una piattaforma più simile a quella dei quotidiani italiani che a quella a mio avviso più obsoleta utilizzata oggi per la versione di The Reiner digitale. E ovviamente sarà fruibile attraverso un applicativo di ultima generazione molto veloce, intuibile e accessibile. Sarà possibile acquistare un numero singolo o un abbonamento annuale e utilizzando le forme di pagamento attualmente più diffuse nei siti di e-commerce.

C’è anche lo zampino di Toscani in questa avventura?
Quando hai il piacere e la fortuna di lavorare con un grande dei Media e avere la sua amicizia, è chiaro che i suoi consigli diventano materia preziosa per orientarsi. Ma credimi, in questo momento è davvero molto impegnato con le sue aziende.

Fin qui abbiamo parlato del contenitore. E i contenuti ?
Come ti dicevo, non voglio avere l’ossessione di dare i risultati dell’ultimissima gara. C’è una ampia diffusione in rete di questi dati (risultati, video, classifiche) che vengono immessi a partire dalla sera stessa della finale e attraverso siti e social di fruizione immediata. Non credo sia questo il terreno su cui confrontarsi . Certo, se poi in una gara emergesse una super-prestazione o un fatto molto particolare, allora lo racconteremmo. Ma senza l’ossessione di uscire il giorno dopo con la notizia.  Al contrario sulla mia rivista troverai articoli di tecnica e addestramento tenuti da notissimi Trainer (nel primo numero Fappani ci parlerà dei rallenty, ad esempio), ci sarà un pezzo a cura del noto dentista Daniel Walter, si parlerà ovviamente del Big Futurity 2018 Irha targato Cuoghi ed Arcese, ma vorrei inserire ogni volta elementi innovativi di mascalcia, veterinaria, alimentazione e così via. Sempre parlandone con esperti accreditati e che conoscono il nostro settore e le particolari esigenze dei cavalli scivolatori.

Una rivista che quindi punta a fare cultura e approfondimento sui diversi temi del mondo Reining
E’ così o almeno questo è il cuore della mia idea. Fare informazione e condividere idee e metodi è un modo per fare crescere l’intero settore e traghettarci verso un nuovo livello di conoscenza. In cui anche il confronto tra trainers, proprietari e allevatori sia più franco, più diretto e basato – se mi passi il termine – su una piattaforma culturale condivisa. E anche globale. Partiremo da subito con HORSENSE in lingua doppia  inglese/italiano perché credo che la mescolanza non sia solo sui diversi temi, ma anche su quello che succede di innovativo di qua e di là dall’oceano.
"One Whoa, One Reining"?
Prima o poi dovremo affrontare anche questo tema della struttura associativa per ragionare a livello mondiale e non più di "USA e Affiliates". La direzione di marcia è quella, ci vorrà un po’ di tempo ma  le persone di buon senso al vertice delle nostre organizzazioni ci stanno già lavorando, credimi",
In bocca al lupo di cuore per questa nuova avventura !

GIUGNO 2018 L'applicazione HORSENSE in questi giorni diventerà scaricabile da Web sia dapiattaforma I-Tunes che Google Play per Android

_____
VEDI ANCHE LENDI IN CLINIC (FORLI')
9 GIUGNO 2018



Nessun commento: